Sito ufficiale del Palio di Vigevano

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Concorso fotografico "Calendario 2017"

E' in corso  il Concorso fotografico "Calendario 2017" indetto dall'Associazione Sforzinda per la composizione del calendario 2017 del Palio delle Contrade di Vigevano.
Si partecipa inviando fino a 5 fotografie inerenti le manifestazioni del Palio, che saranno poi pubblicate sulla pagina Facebook e chi avrà ricevuto più "Mi piace" avrà la propria fotografia pubblicata sul calendario che verrà realizzato e posto in vendita ad ottobre 2016.
Scarica qui il regolamento e la liberatoria.

Bando di concorso per l'elaborazione del cencio del XXXVI Palio delle Contrade di Vigevano

La commissione giudicatrice, riunitasi presso la sede dell'Associazione Sforzinda in data 16 maggio u.s., esaminati gli elaborati giunti nei termini che erano stati prorogati al 30 aprile 2016, ha giudicato vincitore l'elaborato presentato da Sara Bocca, studentessa iscritta all'Accademia di Belle Arti di Brera al corso di "Restauro pittorico e ligneo", altresì facente parte della contrada di Predalata.
Nel complimentarsi con la vincitrice, la commissione ringrazia tutti i partecipanti per il lavoro svolto e l'ottimo livello dei lavori presentati.

Concorso "Sforzino per un giorno"

Durante la riunione del direttivo dell'Associazione Sforzinda tenutasi in data 17 maggio u.s. è avvenuta l'estrazione della scheda vincitrice del Concorso.
La vincitrice è risultata Beatrice Camola di Vigevano, appartenente alla contrada di Cicerino. 
Beatrice sfilerà il giorno 9 ottobre 2016 con la Corte Ducale durante il XXXVI Palio delle Contrade di Vigevano.

Contado si aggiudica il XVI Palio dei Fanciulli

Terzo successo consecutivo per la contrada di Contado, superate Cicerino, Predalata e San Martino. 

Contado vince la sedicesima edizione del Palio dei Fanciulli. 
Per il terzo anno consecutivo la contrada dei pescatori si aggiudica il cencio realizzato da un disegno orginiale di Alessia Fantato (vincitrice dell'apposito concorso).
Al secondo posto si è piazzata la contrada di Cicerino seguita, a pari merito da Predalata e San Martino. Poi in classifica seguono Strata, Valle, San Crispino e Crispiniano, Costa, Griona, Bronzone, Castello e Mercanti.
Anche questa edizione si è svolta su due giorni, sabato e domenica, con una serie di eventi in cui sbandieratori, musici, dame e cavalieri, giullari ed armigeri hanno riportato il Castello Sforzesco di Vigevano all'animazione dei tempi di Francesco I Sforza e della sua corte.
"Considerando il tempo incerto - dice Paolo Meda, presidente dell'Associazione Sforzinda, organizzatrice del Palio - siamo contenti di questa edizione. La vera vittoria, comunque è vedere così tanti bambini, tutti contenti, con in mano la loro pergamena."

Scarica qui i risultati dei giochi e la classifica

 
San Crispino e Crispiniano vince il Palio in volata

Nono successo per la contrada di Battù, superate in finale Costa e San Martino. 
Duemila spettatori in castello. Il presidente Paolo Meda: "Un'edizione da ricordare".

San Crispino e Crispiniano vince il Palio 2015. Per la contrada di Battù, che si abbina alla corporazione dei ciabattini e calzolai, è il nono Palio, e quindi il nono cencio, quest'anno dipinto da Alessandro Iberti. Adrenalina pura quella della finale dei giochi del Palio iniziata alle 18.15 di ieri: in meno di dieci minuti i concorrenti delle tre contrade finaliste - Costa, San Crispino e Crispiniano, San Martino - hanno ricostruito la torre del Bramante, ma i concorrenti della contrada associata alla parrocchia di Gesù Divin Lavoratore hanno staccato nettamente gli avversari conquistando l'ambito cencio.
"La novità di questa edizione - commenta Paolo Meda, presidente di Sforzinda, associazione che organizza il Palio da ben 35 anni - era proprio l'accesso e la modalità dell'ulitmo gioco. Dopo i primi tre giochi, ovvero "l'albero del melo cotogno", "la corsa con le carriole", e "la corsa con il cerchio", solo le prime tre classificate avrebbero disputato l'ultima prova. Una manche secca: il primo classificato  vince. Salvo irregolarità, che stavolta non ci sono state. Volevamo l'adrenalina e l'obiettivo è stato raggiunto".
Un presidente decisamente entusiasta, grazie anche alle giornate miti e soleggiate che hanno richiamato un pubblico numeroso e un carnet di spettacoli - come le amazzoni, i cavalieri, il falconiere e gli sbandieratori - che hanno incantato i presenti. Sono state oltre duemila gli ingressi in Castello. "Abbiamo visto davvero tanto interesse e partecipazione - conclude Meda - anche in piazza Ducale durante il corteo. La cena alla "Taverna del grifone" ha registrato il tutto esaurito, le corporazioni in strada sotterranea hanno lavorato benissimo. Insomma è stata una edizione del Palio da ricordare".
Tornando ai premi del Palio alle contrade, per quanto riguarda la categoria "Colore e Correttezza" la contrada di Griona ha vinto il titolo di "miglior tifoseria", Bronzone è stata riconosciuta quale "miglior corporazione" e San Martino è stata premiata per aver osservato il "miglior comportamento in sfilata".

Articolo di Selvaggia Bovani  - La Provincia Pavese
Foto di Ferruccio Sacchiero
I migliori scatti dei fotografi accreditati per la 35.a edizione del Palio delle Contrade di Vigevano

.

Carlo Catanzaro
Igor De Cesare
Manuel Izzi
Matteo Maiocchi
Laura Marmonti
Rita Pala
Giovanni Petrini
Alberto Reina
Marco Rossi
Ninni Ruggieri
Roberto Casati
Roberto Casati

La contrada di Contado vince il XV Palio dei Fanciulli 

Per il secondo anno consecutivo la contrada di Contado si aggiudica il Palio dei Fanciulli. 
C'è voluto però lo spareggio con Valle per arrivare al verdetto: poco più di un secondo ha diviso Contado e Valle (in testa alla classifica con 19 punti) che hanno lasciato Bronzone al terzo posto 18 punti.  Quattro contrade seguono a 16 punti (Predalata, San Crispino e Crispiniano, San Martino e Griona), quindi Costa a 14 punti, Cicerino a 10 punti e Castello a 6 punti. In fondo alla classifica con 2 punti le contrade di Mercanti e Strata che non avendo partecipato ai giochi sono state classificate all'ultimo posto.

La contrada di Griona ha vinto il gioco del Melo cotogno seguita da Valle e San Crispino e Crispiniano mentre la contrada di Bronzone ha vinto il gioco della staffetta (carriola, cerchio e torre) seguita da Contado e Costa.

La 15a edizione del Palio dei Fanciulli è stata una due giorni di appuntamenti con sbandieratori, musici, armati, dame e cavalieri, cantastorie e tutti i figuranti hanno riportato Vigevano ai tempi del Duca Francesco I Sforza. 

"E' stato un grande successo - dice Paolo Meda, presidente dell'Associazione Sforzinda, organizzatrice del Palio - abbiamo avuto due splendide giornate di sole, tante persone ci hanno seguito nei vari appuntamenti, la locanda di Sforzino che abbiamo allestito qui in Castello ha superato i 230 coperti e, grazie all'impegno e alla volontà dei partecipanti, abbiamo offerto animazione ed esibizioni continue. La mia gioia sta proprio nel fatto che questa edizione ha indubbiamente superato tutte le precedenti e voglio condividere questo risultato con tutti i soci e tutte le contrade".

Scarica qui le classifiche.

I migliori scatti dei fotografi accreditati per la 15.a edizione del Palio dei Fanciulli

.

Aldo Cocco
Francesco Vignati
Ninni Ruggieri
Roberto Casati
Castello Sforzesco di Vigevano - Il Palio delle Contrade

Castello di Vigevano 10-11 ottobre 2015 - XXXV Palio delle Contrade

Era il 1449: Francesco Sforza stipulava un contratto di pace con Vigevano ambrosiana. Gli abitanti di Vigevano difendevano strenuamente il borgo aiutati da un esercito di donne guidate da Camilla de Ridolfi. Colpito dal loro coraggio Francesco Sforza decideva di non invadere con la forza il vico, bensì di stringere un patto di alleanza e fedeltà con i suoi abitanti rappresentati dal Console Abramo degli Ardizzi, affidandolo alle cure di Madonna Bianca Maria Visconti.
Dodici contrade, corrispondenti agli antichi "estimi", o parrocchie, costituiscono il corteo storico del Palio delle Contrade di Vigevano. Il cortile del Castello Sforzesco e la magnifica Piazza Ducale ne fanno da sfondo. Nobili e aristocratici, maestri di corporazione, artigiani, donne e bambini, si riuniscono per salutare il Duca Francesco I, Madonna Bianca Maria, la Duchessa di Milano che, con i principi Galeazzo Maria, Ippolita e Ludovico Maria, soggiornano nell'ameno borgo,  loro residenza di caccia. La corte milanese di trasferisce a Vigevano in diverse occasioni: per festeggiare il Calendimaggio con giochi e danze; per celebrare matrimoni e ricorrenze con lauti banchetti e giostre; per organizzare battute di caccia per ospiti illustri. A Maggio si ricorda, inoltre, la stipula della pace con gli abitanti del borgo e il castellano. Notaro Giacomo da Policastro rinnova il suo giuramento di fedeltà al Duca. A Ottobre si rinnova la devozione al Santo Protettore.
Vigevano, piccolo gioiello del Rinascimento italiano, città d'arte in cui operarono artisti come Donato Bramante e Leonardo da Vinci, si presenta ancora oggi nella configurazione del periodo Ducale (secoli XIV-XV). Alle quattro contrade già esistenti fin dal periodo Visconteo (Cicerino, Costa, Bronzone e San Martino) nel periodo successivo si aggiungono cinque nuove contrade: Strata, Predalata, Mercanti, Griona e Valle.  Le contrade di Castello, San Crispino e Crispiniano e  di Contado saranno create dall'Associazione Sforzinda per poter includere le tre rimanenti parrocchie della città di più recente costituzione. Il Palio di Vigevano nasce nel 1981 per riprendere le antiche tradizioni di devozione e riunire l'intera città, rappresentata dagli oratori, intorno al Beato Matteo Carreri, protettore della città dal XVI secolo. Frà Matteo Carreri visse nel Convento vigevanese di San Pietro Martire per un lungo periodo e vi morì nel 1472 in odore di santità. Venne eletto Beato a voce di popolo per i miracoli e le grazie ricevute dagli abitanti del borgo. Giunto alla XXXV edizione, il Palio infatti costituisce la più importante manifestazione della città ducale. Ricchi e preziosissimi costumi fedelmente riprodotti da dipinti e immagini dell'epoca sono il vanto del corteo. Tamburi e chiarine, danze, acrobazie e giocoleria animano le feste a corte. Arti e mestieri di un tempo, gusti, sapori e profumi di un'epoca lontana rivivono ogni anno nelle occasioni di festa create dall'Associazione Sforzinda.

Da oggi con FeedReady puoi avere in tempo reale le notizie aggiornate dal tuo sito preferito:

  leggi qui tutti i dettagli

I migliori scatti dei fotografi accreditati per la 34.a edizione del Palio delle Contrade di Vigevano

.

Andrea Giannotti
Carlo Catanzaro
Giancarlo Giarda
Manuel Izzi
Marco Rossi
 
Roberto Casati
Roberto Casati

Il cencio spiegato dall'artista: Chiara Bagna.

Il dipinto raffigura il "Legame Senza Tempo" instaurato tra il Beato Matteo Carreri, patrono della città di Vigevano, che attraverso una spaccatura dimensionale fra passato e presente, riesce ad innalzare tutt'oggi con la mano la sua città, proteggendola e benedicendola.
Il Beato oltre a sostenerla si sente parte di essa, della città rappresentata simbolicamente dalla Torre del Bramante, della Comunità raffigurata con una raggiera di luce composta dai colori delle 12 Contrade e del cencio stesso che lo ritrae all'interno, rendendo vivido e presente il suo intramontabile spirito protettore legato al ricorrente Palio.
Immortalando la bellezza dove il tempo si è fermato, squarciato dalla luce paradisiaca che allontana le ombre, ci lasciamo meravigliare dalla grazia del Beato che si proietta dal passato direttamente al nostro presente, riuscendo così ancora oggi a guidare la sua Comunità .
Le visioni divergenti e prospettiche del dipinto ritraggono: in una la città e la Comunità che illuminano di luce il Beato, nell'altra esattamente l'opposto; in un tripudio di luci e colori che racchiudono la complicità tra le Contrade, il Beato Matteo Carreri e l'infinità del tempo stesso.

(Fotografia di Ferruccio Sacchiero)

Accesso all'Area Riservata




Uscita dall'Area Riservata
Notizie da Sforzinda e dalle dodici contrade

Carissimi soci,
Dopo il grande successo della XV Edizione del Palio dei Fanciulli è ora di riprendere il lavoro di verifica dello stesso e di programmazione della XXXV edizione del Palio di Ottobre.
 
Per questa ragione si convoca la riunione generale di assemblea il giorno
28 maggio, giovedì, ore 21.00  presso la nostra sede in vicolo Seminario.
 
Si ricorda ai rappresentanti di Contrada di riportare in quell'occasione lo stendardo e le pettorine consegnate per il Palio dei Fanciulli.
 
Con l'occasione  ci congratuliamo con la Contrada di Contado che ha vinto per la seconda volta consecutiva il Palio dei Fanciulli! bravi ragazzi!
Vi aspettiamo numerosi giovedì 28 maggio pv.

I migliori scatti dei fotografi accreditati per la 14.a edizione del Palio dei Fanciulli

.

Michele Baldi
Enrico Morani
Alfonso Pace
Giuliano Panfilio
XI Campionato Regionale Musici e Sbandieratori 2014
Roberto Casati
Roberto Casati
I migliori scatti dei fotografi accreditati per la 33.a edizione del Palio del Palio delle Contrade

.

Michele Baldi
Aldo Cocco
Giancarlo Giarda
Michela Giorgi
Claudio Mancin
Laura Marmonti
Enrico Morani
Alfonso Pace
Alessandro Palmisano
Marco Rossi
Ninni Ruggieri
Francesco Vignati
I migliori scatti dei fotografi accreditati per la 13.a edizione del Palio del Palio dei Fanciulli

.

Aldo Cocco
Fabio Sponza
Marina Pugno
Michele Baldi
Nicole Villani
Ninni Ruggieri
Roberto Casati
Sara Bombonato
Archivio fotografico e video
Con la partecipazione di:
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu